Cantastorie

Angela Castellano

Anna Castellari

Azzurra D’Agostino

Azzurra D'Agostino ha pubblicato le raccolte poetiche D'aria sottile (Transeuropa, 2011), Con ordine (Lietocolle, 2005) e D’in nci’un là (I Quaderni del Battello Ebbro, 2003). Suoi racconti e interventi critici sono stati pubblicati su varie riviste e antologie (tra cui «Nuovi Argomenti» vol. 51 - Mondadori, Almanacco dello specchio 2009 - Mondadori, Bloggirls - Mondadori, Best off 2006 - minimum fax e In un gorgo di fedeltà, interviste a venti poeti italiani - Il ponte del sale).Una sua silloge è stata inserita nel XI Quaderno di Poesia Contemporanea per i tipi di Marcos Y Marcos (2012).

Caterina Morgantini

Chiara Catapano

Chiara Catapano dirige la rivista on line Olandese Volante assieme a Claudio Di Scalzo. Poetessa, alcuni suoi articoli sono apparsi su riviste di settore in Italia e all’estero. Tra gli altri, collabora con: Fierascena, compagnia teatrale e laboratorio per il teatro sociale; i musicisti Gaetano e Canio Speranza, e il fisarmonicista Rocco Nigro su alcuni progetti di teatro musicale. Si occupa da diversi anni dello scrittore ligure Giovanni Boine, del quale a breve uscirà a sua cura per la Fondazione del Museo della Storia di Trento la riedizione dei Discorsi militari, in collaborazione con il dott. Andrea Aveto dell’Università di Genova, e dello stesso Di Scalzo. A Giovanni Boine è dedicata la sua raccolta poetica (La graziosa vita, Thauma, 2013).

Corrado Premuda

Corrado Premuda (Trieste, 1974) è scrittore e giornalista, autore di testi teatrali e cataloghi d'arte. Tra i suoi libri per ragazzi, tradotti anche in inglese e croato: Felici e contente (Luglio Editore, 2013), Un pittore di nome Leonor (Editoriale Scienza, 2015), La Barcolana dei bambini (Nutrimenti, 2017) e A bordo di un guscio di noce uscito in Croazia (Gradska knjiznica Pazin, 2017). Ha tradotto dal francese Murmur. Fiaba per bambini pelosi (Arcoiris, 2013) di Leonor Fini e su questa artista ha realizzato con Giampaolo Penco il documentario Mais où est Leonor? (Trieste Contemporanea - Videoest, 2009) acquisito dal Centre Pompidou di Parigi e ha scritto il testo teatrale Guardiana dei sogni (Bonawentura, 2017) andato in scena al Museo Revoltella di Trieste. Dopo aver lavorato nella redazione milanese del quotidiano la Repubblica, collabora con Il Piccolo e dirige la rivista Turisti a Trieste. Tiene da anni il corso di scrittura Il Temperamatite. Il suo sito web è Corrado Premuda

Cristina Babino

Cristina Babino è nata ad Ancona nel 1976. Tra le sue pubblicazioni: il poemetto bilingue italiano/inglese "Ophelia" (Carteggi Letterari, 2017), la cura e traduzione del volume "Pastorali", del poeta americano John Taggart (Vydia, 2013, premio Achille Marazza 2014 per la traduzione poetica sezione giovani), la raccolta di scritti letterari "Letture" (Ed. Arcipelago itaca, 2016, Premio Nazionale "Arcipelago itaca" 2015), la monografia critica "La Ferita. Opere di Walter Angelici 1994 - 2009" (La Via Lattea, 2010). Ha curato inoltre i volumi collettanei “Femminile plurale. Le donne scrivono le Marche” (Vydia, 2014), "S'agli occhi credi. Le Marche dell'arte nello sguardo dei poeti" (Vydia, 2015) e, in collaborazione con Francesca Matteoni, "Sorgenti che sanno. Acque, specchi, incantesimi" (La Biblioteca dei Libri Perduti, 2016). Ha collaborato con testi critici e recensioni a riviste letterarie quali "Poesia", "Le voci della luna", "Stilos". Suoi testi sono inclusi, tra l’altro, nelle collettanee "Nodo Sottile 5" (Le Lettere, 2007), "Registro di Poesia #4" (D’If, 2011), "Poetry of the World/6" (Università di Coimbra, Portogallo, 2010), nelle riviste "Aesthetica" (UK), "Trivio", "Nostro Lunedì" e in numerose altre antologie e periodici letterari italiani e stranieri. Nel 2007 ha rappresentato l’Italia al VI International Meeting of Poets organizzato dall'Università di Coimbra, Portogallo, ateneo dove è stata ospitata nel 2008 in qualità di European Poet in Residence. E' responsabile editoriale della collana di poesia "Licenze" di Vydia Editore.

Eleonora Tamburrini

Franca Mancinelli

È nata a Fano nel 1981. Ha pubblicato un libro di poesie, Mala kruna (Manni, San Cesario di Lecce 2007; premio opera prima “L’Aquila” e “Giuseppe Giusti”). È inclusa nell’antologia Nodo sottile 4 (Crocetti, Milano 2004), Nodo sottile 5 (Le lettere, Firenze 2008) entrambe a cura di Vittorio Biagini e Andrea Sirotti, ne Il miele del silenzio. Antologia della giovane poesia italiana, a cura di Giancarlo Pontiggia (interlinea, Novara 2009) e ne La generazione entrante. Poeti nati negli anni Ottanta, a cura di Matteo Fantuzzi (Ladolfi editore, Borgomanero, 2011). Sue poesie sono state tradotte in spagnolo (in Emilio Coco, Jardines secretos. Antologìa de la joven poesìa italiana, Sial, Madrid 2009). Nel 2010 ha vinto con una silloge inedita il premio “Castelfiorentino”. Suoi testi sono usciti su varie riviste cartacee e online, tra cui «Poesia», «l’immaginazione», «Versodove», «Nazione Indiana», «Ali». Collabora come critica con «Poesia» e con altre riviste e periodici letterari.

Francesca Bertazzoni

Francesca Bertazzoni (Milano, 1973) cucina, legge, ascolta, a volte racconta e quando non può farne a meno scrive.

Francesca Matteoni

Francesca Matteoni (1975) cura laboratori di poesia e fiabe e insegna storia rinascimentale e delle religioni presso alcuni istituti americani di Firenze. Ha pubblicato questi libri di poesia: Artico (Crocetti 2005), Higgiugiuk la lappone nel X Quaderno Italiano di Poesia (Marcos y Marcos 2010), Tam Lin e altre poesie (Transeuropa 2010), Appunti dal parco (Vydia, 2012); Nel sonno. Una caduta, un processo, un viaggio per mare (Zona, 2014); Acquabuia (Aragno 2014).È redattrice di Nazione Indiana. È presente in antologie di poesia per l’infanzia. Ha all’attivo pubblicazioni accademiche tra cui il libro Il famiglio della strega. Sangue e stregoneria nell’Inghilterra moderna (Aras 2014). Tutti gli altri (Tunué 2014) è il suo primo romanzo. Insieme ad Azzurra D’Agostino ha curato l’antologia Un ponte gettato sul mare. Un’esperienza di poesia nei centri psichiatrici. Questo è il suo ripostiglio: http://orso-polare.blogspot.com

Gaja Cenciarelli

È nata a Roma nel 1968. Laureata in lingue, ha lavorato per anni in diverse case editrici e ora traduce dall’inglese narrativa e saggistica. È specializzata in letteratura irlandese e dei paesi anglofoni. Suoi racconti sono apparsi sulle riviste «Accattone» e «Carta» e in diverse antologie. È stata caporedattrice di «vibrisselibri». Ha curato una raccolta di racconti, «Auroralia» [Zona, 2009] ispirata a una foto di Jerry Uelsmann ["La donna volante"]. È responsabile della rubrica «Atlantide. La letteratura riemersa» sulla rivista «art a part of cult(ure)». Ha pubblicato una novella: «Espiazione 2.0» [Senzapatria, 2010] e tre libri: «Il cerchio» [Edizioni Empirìa, 2003], «Extra Omnes – L’infinita scomparsa di Emanuela Orlandi» [Editrice Zona, 2006] e «Sangue del suo sangue» [Nottetempo, 2011].

Gianfranco Franchi

(Trieste, 1978) Narratore e critico letterario, fondatore di Lankelot, ha collaborato con diverse case editrici comelettore e scout. Ultime pubblicazioni: i saggi "L'arte del Piano B" [Piano B, 2011] e "Radiohead. A Kid" [Arcana, 2009] e la raccolta di racconti "Monteverde" [Castelvecchi, 2009].

Gianni Montieri

È nato a Giugliano, provincia di Napoli, nel 1971. Vive e lavora a Milano. Ha pubblicato a febbraio 2010 (seconda edizione marzo 2011) il suo primo libro di poesie: “Futuro Semplice” ed. LietoColle. Suoi testi sono presenti in alcune antologie, su ARGO VIXI (diciassettesimo numero della rivista Argo) e sui blog e siti letterari (la poesia e lo spirito, nazione indiana, poetarum silva, Absolutepoetry, Rebstein, Tornogiovedì). Due sue poesie sono state tradotte in tedesco e pubblicate da la casa editrice Lettrétage in collaborazione con l’Istituto Italiano per la Cultura di Berlino. È capo redattore di Poetarum Silva. Redattore della rivista monografica Argo e con la rivista letteraria bimestrale Quilibri.

Giovanni Agnologni

Giovanni De Feo

Giuseppe Zucco

È nato a Locri nel 1981. Laureato in Scienze della Comunicazione, vive a Roma, e lavora alla Rai come programmista-regista. Alcuni suoi racconti sono apparsi su Nazione Indiana, Nuovi Argomenti, Rassegna Sindacale, Colla. Nel 2010 ha partecipato alle Prove d’Autore di Esor-dire, a Cuneo. Sempre nel 2010, nel numero 52, la rivista «Nuovi Argomenti» ha inserito un suo racconto nella sezione monografica Mai sentito, segnalando l’esordio di cinque nuovi scrittori.

Lidia Riviello

Marco Simonelli

È nato nel 1979 a Firenze, dove vive. Lavora come traduttore. Ha pubblicato il racconto in versi Memorie di un casamento ferroviere del '66 (1998), il poemetto drammatico Sesto Sebastian - Trittico per scampata peste (2004), Palinsesti - canzoniere catodico (2007), Will - 24 sonetti (2009), L'estate sta finendo (2012) ed una silloge di poesia in uscita nel XI Quaderno di Poesia Contemporanea (2012).

Mariagiorgia Ulbar

Mariasole Ariot

È nata nel 1981. Scrive, suona il pianoforte e dipinge. Ha pubblicato testi su Nazione Indiana, Il Primo Amore, Poetarum Silva e Metromorfosi Infocritica. Collabora alla rivista Lo Squaderno e al blog letterario Poetarum Silva.

Marilena Renda

È nata a Trapani nel 1976. Insegna, scrive e traduce. È tra i vincitori del premio Delfini 2009 e ha pubblicato la monografia Bassani, Giorgio. Un ebreo italiano (Gaffi 2010), nel 2012 per dot.com press il poema Ruggine, per L'Orma Editore Arrenditi Dorothy! Collabora ad Alfabeta2 e Poesia.

Paolo Triulzi

Ha pubblicato Fortuna (Albalibri, 2006) e FEBBRE (Ed. Pratiche dello Yajé, 2012). Ha collaborato con articoli e racconti con: Anonima Scrittori, Poetarum Silva, Il Foglio clandestino. Per la biblioteca Zara di Milano ha scritto, prodotto e interpretato lo spettacolo video poetico Presentazione- una lettura multimediale (2010). È fondatore e animatore del gruppo Versi Umani.

Patrizia Dughero

Nata a Trento, ha svolto studi classici a Modena, si è laureata in Arti Visive, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna, dove ha conseguito anche un master. Ha svolto lavoro come restauratrice muraria e di affreschi presso alcuni cantieri bolognesi e attualmente vive e lavora a Bologna, sua città d'adozione, dopo varie peregrinazioni per motivi familiari. Negli ultimi anni ha ricevuto svariati premi letterari ed è presente in antologie poetiche pubblicate da numerose case editrici. Recensioni e articoli sulle sue poesie sono inserite in riviste specializzate e in pubblicazioni periodiche sia cartacee che online. Nel 2011 ha partecipato al Festival della Poesia Itinerante Internazionale e a La Palabra en el Mundo, evento in cui è stata presente anche nel 2012. Due le sillogi pubblicate: “Luci di Ljubljana” (Ibiskos Editrice Risolo - Empoli - 2009) e “Le Stanze del Sale” (Le Voci della Luna - Sasso Marconi - 2010), opera vincitrice del Premio Renato Giorgi del medesimo anno, e un poemetto, inserito nell’antologia “Contatti” (Edizioni Smasher - Messina - 2011), uno dei tre vincitori del Premio Ulteriora Mirari, per la sezione Tripodi. Una particolarità del suo lavoro consiste nell'utilizzo della lingua friulana (suo padre era originario della provincia di Gorizia). Lo studio e l'applicazione di questa lingua, non parlata, nei suoi testi, l'ha portata a ricevere un riconoscimento degno di nota da parte della Società Filologica Friulana. Alcuni suoi testi sono tradotti in sloveno e in spagnolo. Da qualche tempo sta svolgendo studi sul linguaggio poetico dell'Haiku giapponese, con articoli presenti in riviste letterarie del settore, e laboratori presso le scuole. Può essere annoverata nel nucleo di autori denominato "I Poeti del Nord-Est". Attualmente è segretaria di redazione della rivista letteraria Le Voci della Luna e dell’associazione 24marzo.it, per cui ha anche partecipato alla curatela del libro “Vite senza corpi. Memoria, verità e giustizia sui desaparecidos italiani all’ESMA” (Edizioni Gorée - Siena - 2011).

Renata Morresi

Lavora come docente a contratto (ha insegnato Letteratura americana presso l'Università di Padova e Lingua e traduzione inglese presso l'Università di Macerata), traduce e fa ricerca, si occupa di critica culturale e poesia. Sue poesie sono incluse in varie antologie e riviste, cartacee e on-line; la sua prima raccolta organica di poesie, uscita per peQuod nel 2010, è Cuore comune (Premio Metauro 2011). Vive a Macerata con suo figlio.

Roberto De Simone

Tiziana Cera Rosco

Vanni Santoni

Nato a Montevarchi nel 1978, ha pubblicato Personaggi precari (RGB 2007), Gli interessi in comune (Feltrinelli 2008), Se fossi fuoco arderei Firenze (Laterza 2011). Scrive sul Corriere Fiorentino e su varie riviste. È coautore de L’ascensione di Roberto Baggio (Mattioli 2011) e cofondatore di SIC - Scrittura Industriale Collettiva.

Vincenzo Bagnoli

Viviana Scarinci

Vince nel 1995 il Premio Grinzane Cavour per la sezione Scrivere i Colori. È due volte vincitrice del Premio Lorenzo Montano (nel 2014 sez. raccolta inedita e nel 2016 sez. una poesia inedita). È autrice di poesia con La favola di Lilith (Libro e CD con musiche originali di Edo Notarloberti per l’etichetta discografica ARK Records, selezionata per la partecipazione al Wave-Gotik-Treffen di Lipsia nel 2013), Piccole estensioni (Anterem, 2014) e Annina tragicomica (Formebrevi, 2017). Curatrice de L’isola di Kesselring (Apeiron, 2002) e dell’edizione italiana di Rakasta minut vahvaksi, Amami per rendermi forte della poetessa finlandese Aino Suhola (L’Iguana Editrice, 2013). Per la saggistica è autrice dell’ebook monografico Elena Ferrante (Doppiozero, 2014). Ha scritto tra gli altri per Doppiozero, Il lavoro culturale, Nazione Indiana. Si occupa del fondo librario di poesia di Morlupo. È redattrice di Formebrevi Edizioni. È direttrice dell’aperiodico Zer0Magazine. Il suo sito è https://vivianascarinci.com/